BIOGRAFIA

 

francesca al microfono

Sono nata a Toronto, in Canada, da genitori italiani e cresciuta nella comunità italiana della mia città. Mi sono formata in un ambiente multiculturale, come quello canadese. Ho conseguito la laurea in lingue (italiano e francese), master e PhD in letteratura francese presso l’Università di Toronto. Ho insegnato in alcune università di Toronto e, oltre all’inglese (che è la mia lingua madre) e all’italiano, parlo anche francese e spagnolo.

Dal 2013, ho avuto l’onore di rappresentare i connazionali italiani residenti in Nord e Centro America alla Camera dei Deputati dove sono componente della Commissione Affari Esteri. Da componente della Commissione Esteri della Camera, ho partecipato, insieme agli altri eletti all’estero del PD, al notevole lavoro di sostegno delle politiche verso gli italiani all’estero che si è tradotto in disegni di legge, atti parlamentari (interrogazioni, interpellanze e mozioni), attività emendativa delle proposte del Governo, che in particolare negli ultimi anni ha consentito di spostare risorse a beneficio degli italiani all’estero, e in assidui contatti e sollecitazioni su questioni specifiche con i rappresentanti dei Governi che si sono succeduti e con quelli dell’Amministrazione.

In Parlamento, mi sono impegnata per garantire agli italiani all’estero la piena efficienza dei servizi consolari e della Pubblica Amministrazione; il potenziamento della rete consolare onoraria; il consolidamento delle politiche di promozione della lingua e della cultura italiana; la tutela degli anziani; gli scambi giovanili nella prospettiva di una maggiore circolarità delle conoscenze e delle professioni; la cittadinanza e la riapertura dei termini per il suo riacquisto; incentivi per gli italiani all’estero per essere veri protagonisti del “turismo delle radici”.

Per chi volesse può consultare qui l’attività che ho svolto nel corso della XVIII Legislatura.  

Per le elezioni politiche 2022, chiedo il vostro sostegno alla mia candidatura al Senato per portare a termine il lavoro già iniziato alla Camera, per fare sentire la voce degli italiani in centro e Nord America forte e chiara.

Francesca