AD HAMILTON PER “FESTITALIA” 2019

Mercoledì 4 settembre, si è inaugurata ad Hamilton (Ontario) la 44a edizione di Festitalia, la manifestazione di cultura e tradizioni italiane che per circa un mese consentirà di focalizzare l’attenzione sull’Italia attraverso una serie numerosa di iniziative e di significative partecipazioni.
Alla presenza di circa 500 persone, riunite presso il Michelangelo’s Banquet Centre, ha fatto gli onori di casa, come Chair della manifestazione, Pat Mostacci, che ha accolto i tanti rappresentanti politici presenti, di ogni orientamento, le figure di spicco della comunità e le altre autorità intervenute, come l’ex sindaco della città Larry Di Ianni, l’ex console onorario Giuseppe Patricelli, l’attuale console onoraria Susanna Fortino-Bozzo e il console onorario di London (Ontario) Giuseppe Raffa. Tutte le regioni italiane, che hanno presentato i rispettivi prodotti tipici, erano rappresentate dai locali esponenti delle associazioni.
Nel suo intervento, l’On. La Marca, dopo avere ringraziato, in particolare, Anthony Macaluso e Pat Mostacci per l’invito, ha ricordato che ormai anche per lei Festitalia è diventata una tradizione che ha la priorità nella sua agenda di lavoro e ha ringraziato gli organizzatori e i loro collaboratori per gli sforzi compiuti con l’intento di preservare e promuovere la cultura italiana nell’area di Hamilton.
La parlamentare non ha mancato di fare un richiamo all’attuale situazione politica in Italia, che vede la nascita del nuovo governo 5Stelle-Pd-Leu: “Certo, è difficile prevedere se la vita di questa nuova coalizione di governo filerà liscia poiché ci sono molte differenze da superare tra i due maggiori partiti che la compongono, ma credo che questo governo potrà offrire la stabilità di cui il nostro Paese necessita”. “Quello che posso assicurare – ha detto ancora la deputata – è che continuerò nel mio impegno per gli italiani in Canada, negli Stati Uniti e in centro America. Un impegno deciso in difesa dei loro interessi”. Ha poi concluso affermando: “Una delle mie priorità, ormai è noto, è quella di assicurare servizi adeguati ed efficienti da parte della nostra rete consolare. La rete onoraria, in questo contesto, rappresenta una risorsa fondamentale per le nostre comunità che garantisce, attraverso il lavoro prezioso ed insostituibile dei consoli onorari (di carattere volontaristico e gratuito) i principali servizi di cui c’è bisogno sui territori”.

Questa presentazione richiede JavaScript.