INTENSE GIORNATE DI INCONTRI NEL SUDE DELL’ONTARIO

Tra la fine della scorsa settimana e il 25 aprile l’on. La Marca ha avuto una serie di incontri nel sud dell’Ontario che le hanno consentito di avere contatti con una differenziata platea di interlocutori e toccare molteplici tematiche sociali

Domenica 23 aprile, La Marca ha partecipato alla riunione di coordinamento della mozione Renzi, di cui è coordinatrice per il Nord America, in vista delle Primarie del 30 aprile.

L’indomani la parlamentare si è recata a Hamilton, Ontario, dove ha visitato il “Villa Italia Retirement Centre”, casa di riposo per anziani, di cui un buon numero di origine italiana. Dopo essersi trattenuta per uno scambio di vedute con l’Executive Director del centro, Pat Mostacci, avere incontrato l’imprenditore di Hamilton Frank Raso e avere visitato il centro, La Marca è stata accolta dagli anziani dove ha avuto modo di conoscerne diversi e rispondere alle loro domande, riguardanti in particolare la materia pensionistica.

lamarcahamilton3

Con Pat Mostacci, Executive Director della Villa Italia Retirement Residence.

lamarcahamilton2

Con la coordinatrice del Retirement Residence e alcune gentili ospiti di Villa Italia 

Martedì, 25 aprile, La Marca ha visitato il Patronato EPAS-FNA nella sede di Vaughan, Ontario, su invito della coordinatrice nazionale Linda Mancuso. Durante l’incontro con la dirigente del Patronato la parlamentare ha affrontato diverse questioni, prevalentemente legate al sistema pensionistico in convenzione internazionale e alle problematiche dei patronati all’estero.

In serata, l’on. La Marca ha partecipato alla presentazione delle tre mozioni congressuali intestate ai candidati alla segreteria del PD – Emiliano, Orlando e Renzi – e al dibattito che ne è seguito. Nel corso dell’incontro, organizzato dal circolo PD Toronto in una zona centrale della città, la parlamentare ha ribadito il suo sostegno alla mozione Renzi affinché il partito sia rimesso in mani sicure, le stesse che lo hanno portato ad essere il primo partito di ispirazione socialista e democratica in Europa. Poiché in una formazione a vocazione maggioritaria come il PD il segretario del partito è destinato ad essere il candidato premier, con l’auspicabile segreteria Renzi si aprirebbe la strada ad un rilancio di un’esperienza di governo tra le più dinamiche e produttive che il Paese abbia avuto negli ultimi tempi e ad un ritorno autorevole dell’Italia sulla scena internazionale.